La ricerca italiana è donna | Chimici.info

La ricerca italiana è donna

wpid-4756_nieb.jpg
image_pdf

La passione per le proteine artificiali e le loro potenzialità “ecosostenibili” ha permesso a Marina Faiella di vincere l’assegno da 15 mila euro, messo in palio da L’Oreal Italia in collaborazione con la Commissione nazionale per l’Unesco.

La ricercatrice ha solo 25 anni ed è la più giovane fra le cinque scienziate premiate oggi a Milano con le borse di studio ‘L’Oreal Italia per le donne e la scienza’, promosse dalla casa cosmetica in collaborazione con la Commissione nazionale per l’Unesco. Nel suo curriculum vitae una laurea in chimica nel 2007 all’università Federico II di Napoli – ateneo in cui la giovane scienziata sta per concludere anche il dottorato in Scienze chimiche – e un’esperienza all’estero nel 2005 come ‘visiting student’ alla Princeton University.

L’assegno da 15 mila euro che riceverla da L’Oreal Italia servirò a finanziare i suoi studi sulle proteine artificiali e sulle potenziali applicazioni in processi industriali, farmaceutici e diagnostici. Faiella mira a impartire loro funzioni ancora non rinvenute in natura. La giovane scienziata portela avanti il suo progetto, dal titolo ‘Modelli di metalloproteine: sviluppo di sistemi cataliticamente attivi’, nel Dipartimento di chimica ‘Paolo Corradini’ dell’università partenopea.

“Le metalloproteine svolgono un ruolo essenziale in biologia: circa il 30% delle proteine note contengono nella loro struttura un metallo, che risulta indispensabile per il loro funzionamento”, spiega Faiella. Lo studio partiva dalla progettazione, la sintesi e la caratterizzazione di metalloproteine in miniatura. Queste ‘mini-molecole’, prosegue la ricercatrice, “possono essere vantaggiosamente adoperate in numerosi processi come catalizzatori, sensori o agenti detossificanti”, nel campo delle tecnologie rivolte alla detossificazione dell’ambiente, all’analisi agro-alimentare e alla diagnostica medica. Una ricerca che mira ad aprire nuove prospettive per l’industria chimica ‘amica dell’ambiente’.

Copyright © - Riproduzione riservata
La ricerca italiana è donna Chimici.info