La fotosintesi artificiale ad alta efficienza | Chimici.info

La fotosintesi artificiale ad alta efficienza

wpid-12053_ArtificialPhotosynthesis.jpg
image_pdf

Il gigante nipponico Panasonic ha annunciato di aver sviluppato un nuovo sistema di fotosintesi artificiale, che sarebbe in grado di convertire il biossido di carbonio (Co2) e l’acqua in sostanze organiche mediante un’illuminazione con luce solare. Il livello di efficienza garantito sarebbe pari allo 0,2%, cifra apparentemente non così consistente ma che rapportata alla scala delle attività industriali degli stabilimenti, in particolare quelli del colosso giapponese, permetterebbe un considerevole miglioramento.

Il sistema si baserebbe su un principio combinato dato dall’applicazione di un semiconduttore a nitruro – tecnologia di conversione energetica già usata per i Led – e di un catalizzatore metallico, che lavorando congiuntamente sarebbero in grado di convertire l’acqua e il biossido di carbonio in acido formico, composto chimico nocivo per l’uomo ma ampiamente impiegato nelle tinture, nella produzione di pellame e come additivo chimico, ad esempio in coloranti e profumi.

La tecnologia, già brevettata in Giappone e altrove, verrà presentata in una conferenza sull’energia solare che si terrà a Pasadena in California. Nella speranza che possa essere effettivamente efficace, essa rappresenta un contributo significativo nell’ottica della responsabilizzazione dei grandi colossi mondiali dell’industria nei confronti dell’emergenza ambientale.

 

V.R.

Copyright © - Riproduzione riservata
La fotosintesi artificiale ad alta efficienza Chimici.info