La crescita inarrestabile del settore delle bioplastiche | Chimici.info

La crescita inarrestabile del settore delle bioplastiche

wpid-4674_stat.jpg
image_pdf

Il settore delle bioplastiche continua a crescere in maniera costante. Il giro d’affari del 2008 si stima intorno ai 570,6 milioni di euro e si prevede una crescita fino a 1,1 miliardi di euro nel 2015. Lo rende noto la società di consulenza londinese Frost & Sullivan, che ha analizzato l’andamento del mercato nello studio intitolato “Global Bio-based Plastics Market”.

Nonostante le sfide poste dalla crisi economica, il mercato delle bioplastiche ha raggiunto un punto critico di crescita, con un gran numero di società che dai laboratori portano le nuove sostanze alla commercializzazione vera e propria.

La crescita della domanda è dovuta alla richiesta di materiali più sostenibili e dalle migliori proprietà fisco-meccaniche. Già oggi, i nuovi materiali si propongono come alternativa a tecnopolimeri come PBT o ABS in alcune applicazioni tecniche.

L’aspetto più critico nel breve termine non è tanto di carattere tecnologico, quanto economico, in relazione alla crisi industriale e finanziaria, che ha congelato o rallentato gli investimenti nei grandi progetti di espansione di capacità  produttiva. Nel medio e lungo periodo, invece, le criticità saranno più di tipo strutturale, come l’avvio di sistemi di raccolta e riciclaggio, o prestazionali.

 “Anche se oggi c’è sufficiente disponibilità per la maggior parte delle bioplastiche, la futura crescita del mercato è strettamente legata ai progetti di ampliamento delle capacità produttive già programmati” sostiene Brian Balmer, esperto Frost & Sullivan per l’industria dei materiali. Un altro aspetto cruciale per favorire una crescita a lungo termine sarà la capacità di creare partnership lungo tutta la filiera.

Riferimenti: Frost & Sullivan

Copyright © - Riproduzione riservata
La crescita inarrestabile del settore delle bioplastiche Chimici.info