Imballaggi compostabili e bio: presentato il progetto di Novamont | Chimici.info

Imballaggi compostabili e bio: presentato il progetto di Novamont

wpid-25534_imballaggiobio.jpg
image_pdf

Ridurre la produzione di rifiuti plastici in ambito agroalimentare attraverso l’uso di imballaggi compostabili e bio destinati alle produzioni zootecniche e ortofrutticole: è l’obiettivo del progetto “Feed & Food Packaging”, co-finanziato dalla Regione Piemonte e presentato nei giorni scorsi all’interno di un convegno presso l’azienda agricola di Fontanafredda (Serralunga d’Alba, Cuneo).

Il progetto, avviato il 1° gennaio 2011 e coordinato da Novamont, ha permesso di realizzare quattro differenti tipologie di ecomateriale o processo: teli biodegradabili e compostabili per la conservazione del foraggio che offrono una barriera ai gas migliore di quella dei prodotti in plastica attualmente in uso; imballi biodegradabili e compostabili per la conservazione di piccoli frutti che garantiscono performance equivalenti o migliori rispetto ai manufatti in plastica tradizionale; materiali biodegradabili e compostabili con barriere ai gas altamente innovativi; sistemi di compostaggio dei manufatti biodegradabili a fine vita.

Coinvolti nel progetti i principali attori della filiera zootecnica e ortofrutticola piemontesi: azienda agricola Mura Mura (Grom), aziende agricole San Romano e Vini e Vigneti Borgogno (Eataly), Ortofruit Italia Soc. Coop., insieme a Università di Torino, Associazione regionale allevatori Piemonte (Arap), Associazione provinciale allevatori di Cuneo, Proplast, Agrifrutta, Compral, Tecnogranda e B-Pack. Il supporto tecnico è stato fornito da Studio Fieschi di Torino, per l’analisi di scenari di fine vita dei materiali sviluppati, e da Consorzio italiano compostatori (Cic).

Così il commento di Giulia Gregori, responsabile pianificazione strategica di Novamont e coordinatrice di “Food & Feed Project”:

“In questi anni di profonda recessione, l’agro-alimentare italiano ha mantenuto valori positivi, in assoluta controtendenza rispetto ad altri settori produttivi e con il 9% del PIL e il 14% degli occupati rappresenta oggi un asset strategico del tessuto economico del nostro Paese. Le progettualità innovative attuate nell’ambito della sostenibilità come “Food & Feed Project” rappresentano straordinarie opportunità per qualificare ulteriormente l’eccellenza della nostra produzione agro-alimentare e, nel contempo, favorire lo sviluppo di un’economia circolare in cui non esistono più scarti o rifiuti ma tutto torna ad essere risorsa”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Imballaggi compostabili e bio: presentato il progetto di Novamont Chimici.info