Il Premio Nobel 2014 per la fisica agli inventori del Led blu | Chimici.info

Il Premio Nobel 2014 per la fisica agli inventori del Led blu

wpid-24883_nobelfisica.jpg
image_pdf

Il Premio Nobel 2014 per la fisica è stato assegnato ai giapponesi Isamu Akasaki e Hiroshi Amano e all’americano di origine giapponese Shuji Nakamura per l’invenzione del Led a luce blu, che ha consentito la realizzazione di dispositivi elettronici che hanno rivoluzionato il mondo dell’illuminazione, permettendo di produrre la luce con maggiore attenzione all’ambiente e in un modo più efficiente sul piano energetico.

Un premio che, precisa la Royal Swedish Academy of Sciences, va a un’invenzione di cui beneficia tutta l’umanità, nello spirito di Alfred Nobel, e che l’Academy paragona per importanza alle lampade a incandescenza e al loro ruolo centrale di ‘luce del Ventesimo secolo”.

Diodi Led rossi e verdi erano stati inventati già da tempo, ma senza la scoperta della luce blu led sarebbe stato impossibile generare la luce bianca. La rivoluzionaria scoperta degli scienziati oggi premi Nobel risale ai primi anni Novanta, quando i tre riuscirono a generare fasci di luce blu da materiali semiconduttori, riuscendo così dove moltissimi altri ricercatori da oltre trent’anni erano falliti.

Le luci Led bianche emettono una luce bianca brillante, durano di più e sono efficienti. Sono costantemente in fase di miglioramento: stanno infatti diventando più efficienti e allo stesso tempo più luminose. L’ultimo record in ordine temporale è di 300 lm/W, una potenza paragonabile a 16 lampade tradizionali o quasi 70 lampade a fluorescenza.

Se si considera che un quarto dell’elettricità mondiale è utilizzato per illuminare, si comprende come questa scoperta sia cruciale nella conservazione delle risorse terrestri. Un risparmio che riguarda anche la stessa durabilità delle lampade Led, che possono durare 100mila ore, contro le 1.000 delle lampade a incandescenza e le 10mila di quelle a fluorescenza.

Dallo sviluppo della tecnologia Led ci si aspetta inoltre di poter migliorare la qualità di vita di circa 1 miliardo e mezzo di persone nel mondo che non hanno accesso alla rete elettrica: richiedendo infatti requisiti di potenza bassi per essere attivate, le luci Led possono essere anche alimentate da fonti economiche come pannelli solari.

Isamu Akasaki (85 anni) e Hiroshi Amano (55 anni) sono entrambi professori alla Nagoya University in Giappone. Shuji Nakamura (60 anni) è invece professore alla University of California, Santa Barbara.  

Copyright © - Riproduzione riservata
Il Premio Nobel 2014 per la fisica agli inventori del Led blu Chimici.info