Gomma plastica: ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto | Chimici.info

Gomma plastica: ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto

wpid-4333_lavoratoregomma.jpg
image_pdf

Raggiunta oggi a Roma l’intesa tra sindacati e aziende per l’ipotesi d’accordo per il rinnovo del contratto nazionale del settore della gomma-plastica scaduto il 31 dicembre 2009, per il triennio 2010- 2012.

Il contratto prevede un aumento salariale medio di 122 euro diviso in tranche: 32 euro dal primo aprile 2010, 45 euro dal primo gennaio 2011, 45 euro dal primo gennaio 2012. Previsto anche un incremento dello 0,20% del contributo da parte delle aziende al fondo Gomma-Plastica, più una una tantum di 100 euro per il primo aprile 2010. Lo ha annunciato il segretario nazionale Ugl-Chimici, Luigi Ulgiati, al termine dell’incontro con la Federazione Gomma e Plastica e l’Airp, associazione datoriale ricostruttori pneumatici.

Sono circa 130.000 i lavoratori interessati, impiegati in più di 2.500 imprese di piccole e medie dimensioni, unitamente ad alcuni colossi come Pirelli, Michelin, Bridgestone, Azimut, Prismyan Cavi, ecc).

Tra i punti principali, oltre all’intesa salariale viene positivamente definita la nuova regolamentazione sul mercato del lavoro in riferimento all’utilizzo dei contratti a termine e somministrazione, definendo una percentuale massima del 25% per il loro utilizzo nella singola azienda e un periodo massimo di 44 mesi, superato il quale tali rapporti saranno stabilizzati.

Inoltre, è stato introdotto, per la prima volta, l’inserimento di una percentuale del 3% per l’utilizzo del part-time dei lavoratori in forza e un miglioramento della normativa sul trattamento di malattia per i lavoratori apprendisti. Altri punti dell’intesa prevedono un incremento a carico delle imprese del contributo previdenziale della previdenza complementare, la costituzione del fondo dell’assistenza sanitaria integrativa con contributo paritetico tra le parti e la definizione del nuovo minimo contrattuale per ogni livello professionale, attraverso il conglobamento dei tre istituti della retribuzione (paga base, contingenza, Edr).

Per la Filcem-Cgil, “questo importante risultato segna in un settore manifatturiero, un punto di avanzamento e di continuità di un lavoro che con i precedenti rinnovi contratti si era unitariamente assunto”. “Ora – ricorda il sindacato – l’ipotesi di accordo sarà sottoposta unitariamente al vaglio delle assemblee dei lavoratori che dovranno concludersi entro prima metà del mese di aprile”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Gomma plastica: ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto Chimici.info