Gli idroclorofluorocarburi causano le piogge acide | Chimici.info

Gli idroclorofluorocarburi causano le piogge acide

wpid-4324_spray.jpg
image_pdf

Gli idroclorofluorocarburi (HCFC) sotto accusa: secondo quanto contenuto nella gazzetta ACS “ Physical Chemistry” sono sostanze che hanno un ruolo attivo nella creazione delle piogge acide. Il loro uso in sostituzione di sostanze più inquinati, come i CFC, rimane dunque un’arma a doppio taglio: da un lato aiutano a risolvere una crisi ambientale, ma ne peggiorano un’altra.

Il nuovo studio ha analizzato il ruolo svolto da queste sostanze chimiche, gli idroclorofluorocarburi, scoprendo che pur non danneggiando lo strato di ozono dell’atmosfera tanto quanto i clorofluorocarburi (CFC), che erano presenti nelle bombolette spray, condizionatori e frigoriferi, e poi banditi dal Protocollo di Montreal, provocano altri ‘disastri ambientali’: i ricercatori affermano che i HCFC sono in grado di “rompere” lo strato dell’atmosfera per formare l’acido ossalico, uno dei colpevoli principali delle piogge acide.

Attraverso un modello creato al computer, i ricercatori hanno mostrato, infatti, come queste sostanze chimiche, dopo una serie di reazioni ad un certo livello nell’atmosfera, riescono a costituire l’acido ossalico che rappresenta il più forte acido organico esistente. Un composto altamente nocivo che è presente nella chimica delle cosiddette piogge acide: le precipitazioni atmosferiche contaminate da particelle altamente tossiche per l’ambiente che sono una delle cause maggiori della distruzione della vegetazione.

Copyright © - Riproduzione riservata
Gli idroclorofluorocarburi causano le piogge acide Chimici.info