Master per professionista ambientale: via alla terza edizione da ottobre 2015 | Chimici.info

Master per professionista ambientale: via alla terza edizione da ottobre 2015

Organizzato dalla Scuola di formazione Ipsoa, il master si propone di aggiornare e formare professionisti del campo della gestione ambientale di impresa, senza tralasciare fondamentali aspetti di diritto ambientale

formazione_gestione_ambientale
image_pdf

Riprende la proposta formativa della Scuola di formazione Ipsoa con la terza edizione del Master “Professionista ambientale”, che si terrà a Padova dal 23 ottobre 2015 al 28 gennaio 2016, a Roma, dal 28 ottobre 2015 al 15 gennaio 2016 e a Milano, dal 13 novembre 2015 al 5 febbraio 2016.
La Scuola di formazione Ipsoa fa parte del Gruppo Wolters Kluwer, multinazionale olandese presente in Italia con i più autorevoli brand nel campo dell’editoria specializzata, del software per professionisti e dell’informazione professionale. Fin dal 1970 quando è nata, la Scuola ha saputo cogliere i cambiamenti di un mercato in continua evoluzione, che impone a professionisti e uomini d’impresa di aggiornare e ampliare le proprie competenze, puntando su una formazione di qualità.
L’offerta annuale, oltre 600 corsi di formazione e più di 40 master, si contraddistingue per la metodologia didattica pratico-operativa e l’illustre corpo docente. Grazie a questa consolidata esperienza, la Scuola rappresenta oggi uno dei più autorevoli punti di riferimento per la formazione e l’aggiornamento di professionisti e giovani laureati, in ambito fiscale, giuridico, giuslavoristico, gestionale e manageriale.

 

Gli obiettivi del Master Professionista ambientale

Il Master si propone di aggiornare e formare professionisti che già lavorano o giovani che desiderino inserirsi nel campo della gestione ambientale di impresa, senza tralasciare gli importanti aspetti di diritto ambientale. Il settore ambientale è tra quelli maggiormente in crescita e presenta una normativa molto articolata la complessità del tema rende necessaria la presenza di una figura professionale in grado di comprendere la normativa ed applicarla.

L’iter formativo proposto dedica, quindi, ampio spazio all’analisi della normativa per poi proporre un indirizzo prevalentemente tecnico-operativo che permetterà al partecipante di acquisire un bagaglio di esperienza tecnica importante, grazie anche allo studio di casi pratici esplicativi.

Particolare attenzione verrà data alle novità normative:

•Disposizioni in materia di delitti contro l’ambiente: legge n. 68 del 22 maggio 2015
• La nuova UNI EN ISO 14001:2015
• Come cambia la classifi cazione dei rifi uti: il DL 91/2014 e la legge 116/2004
• La nuova normativa RAEE: il D.Lgs. 49/2014

Il Master prevede inoltre lo studio di tematiche specifiche quali i Sistemi di gestione e il Life Cycle Assessment (LCA).

 

I plus del Master

– Focus sulle novità normative
– La teoria in pratica
– Confronto con gli esperti
– L’esperienza della Scuola che ha formato e qualificato oltre 1000 professionisti nel settore ambientale

 

Destinatari

Il Master è rivolto alle seguenti categorie professionali:
– Consulenti ambientali
– Responsabili ambientali di aziende private e pubbliche
– Ingegneri e geologi
– Tecnici della prevenzione ambientale
– Laureati in Scienze e Tecnologie Ambientali
– Diplomati in lauree di carattere tecnico
– Avvocati

 

Programma

 

 

1° Modulo – Novità Normativa: Introduzione al diritto ambientale in chiave internazionale, comunitaria e nazionale

– Nascita della nozione di ambiente nell’ambito del Diritto europeo
– Le fonti del Diritto ambientale
– Il recepimento italiano della legislazione ambientale Europea
– Il Testo Unico Ambientale (D.Lgs. 152/06 e s.m.i.)
– Legge n. 68 del 22 maggio 2015 – Disposizioni in materia di delitti contro l’ambiente
– Novità e conferme normative
– Aspetti sanzionatori nel settore ambientale

Case study
– Come interpretare gli atti normativi per la gestione ambientale

2° Modulo: Le tecniche di abbattimento dell’inquinamento

– Gli inquinanti delle matrici aria, acqua, suolo e sottosuolo
(parametri, unità di misura, ecc.)
– Sistemi di abbattimento delle emissioni in atmosfera
– Principi e tecnologie per la depurazione delle acque
– Soluzioni tecnologiche per la depurazione dei suoli e delle
acque sotterranee
– Principio giuridico “chi inquina, paga”

Case study
– Progettazione preliminare di un impianto di abbattimento delle emissioni in atmosfera o di depurazione acque

3° Modulo: Strumenti di pianificazione territoriale

– Valutazione di Impatto Ambientale
– Valutazione Ambientale Strategica
– Valutazione di Incidenza Ambientale

Case study
– Analisi di una Valutazione di Impatto Ambientale

4° Modulo: La gestione degli scarichi idrici e l’autorizzazione unica ambientale

– Il ciclo integrato delle acque: gestione delle risorse idriche e tutela delle acque dall’inquinamento
– Gli scarichi idrici: definizioni, caratteristiche, modalità autorizzative
– Modalità di controllo: metodi, campionamenti e analisi
– La gestione delle acque meteoriche a livello Regionale
– Aspetti sanzionatori
– Autorizzazione Unica Ambientale

Case study
– Studio di una Autorizzazione di scarico di acque tecnologiche

5° Modulo – Novità normativa: La gestione dei rifiuti

– Principi generali della corretta gestione e soggetti obbligati
– La nozione di rifiuto e i concetti di Sottoprodotto e End of Waste
– Classificazione e caratterizzazione di pericolo dei rifiuti
– Gestione del deposito temporaneo di rifiuti
– Autorizzazioni per la gestione dei rifiuti (trasporto, smaltimento, recupero, intermediazione): procedure e prassi
– Le novità normative: Classificazione rifiuti (Dl 91/2014 e Legge 116/2014) e normativa RAEE (D.Lgs. 49/2014)
– Documentazione amministrativa dei rifiuti (registri di c/s rifiuti, Formulari di identificazione, MUD, SISTRI)
– Aspetti sanzionatori

Case study
– La gestione delle registrazioni documentali

6 ° Modulo: Le emissioni in atmosfera e l’autorizzazione integrata ambientale

– Le emissioni in atmosfera, le attività soggette e gli obblighi generali
– Le emissioni in atmosfera in deroga (scarsamente rilevanti e a ridotto inquinamento)
– Modalità autorizzative: procedura ordinaria e procedura in via generale
– Il significativo contributo della normativa regionale
– Aspetti sanzionatori
– Inquadramento nell’ambito dei Piani di qualità dell’aria
– Autorizzazione Integrata Ambientale

Case study
– Studio di una Autorizzazione in procedura ordinaria

7 ° Modulo – Novità normativa: Sistemi di gestione ambientale

– Norme e certificazione di sistema e di prodotto: EMAS e Ecolabel
– La norma internazionale UNI EN ISO 14001:2004
– Lo sviluppo dei documenti del Sistema di gestione ambientale
– Principali innovazioni della futura ISO 14001:2015 in fase di elaborazione
– Rapporti tra SGA e il D.Lgs. 231/01 sulla responsabilità amministrativa aziendale
– L’iter di certificazione del Sistema di Gestione Ambientale
– Il sistema di accreditamento e l’Accordo multilaterale

Case study
– Progettare un Sistema di Gestione Ambientale

8 ° Modulo: Altri aspetti ambientali strategici

– Inquinamento acustico
– Inquinamento luminso
– Mobilità sostenibile
– Conservazione e uso razionale dell’energia (Energy Manager)
– Consorzi obbligatori (CONAI, RAEE, CIAL, COMIECO, COREPLA, COREVE, CONOE, COOU, Pile e batterie,ecc.)
– Aspetti sanzionatori

Case study
– L’Ambiente e la collettività: quando gli aspetti strategici minori incidono

9 °Modulo: Life Cycle Assessment

– Introduzione al concetto di LCA
– Obiettivi di uno studio LCA
– Norme di riferimento
– Metodologia: struttura di uno studio LCA
– Strumenti e database
– Reporting
– Supporto al R&D
– Dichiarazioni ambientali di prodotto
– Integrazione con la comunicazione ambientale di impresa

Case study
– Casi applicativi di un LCA di prodotto

 

Formula, durata, sedi

Il Master si sviluppa nell’arco di 63 ore di aula, suddivise
in 9 Moduli. Le lezioni si terranno dalle ore 10.00
alle ore 18.00.
Sedi:
• Padova: Ordine degli Ingegneri della Provincia
di Padova, Piazza Salvemini 2
• Roma: Hotel dei Borgognoni, Via del Bufalo 126
• Milano: Hotel Galileo, Corso Europa 9

 

Crediti formativi
Il programma del Master è stato inoltrato agli Ordini locali competenti per l’accreditamento. Per conoscere lo stato degli accreditamenti, visita il sito.

Copyright © - Riproduzione riservata
Master per professionista ambientale: via alla terza edizione da ottobre 2015 Chimici.info