Eni e Cnr rinnovano l'accordo di collaborazione sulla ricerca | Chimici.info

Eni e Cnr rinnovano l’accordo di collaborazione sulla ricerca

wpid-21901_scaroninicolais.jpg
image_pdf

Produzione sostenibile di energia, sperimentazione di nuove tecnologie, salvaguardia ambientale: sono questi gli assi principali dell’accordo quadro di collaborazione per la ricerca siglato il 25 febbraio 2014 dal Consiglio nazionale delle ricerche e da Eni. Il rinnovo della partnership è stato firmato da Luigi Nicolais, presidente Cnr, e da Paolo Scaroni, ad Eni, all’interno di un workshop che ha visto anche la partecipazione di Giovanni Bignami, presidente dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf) e di Peter Wadhams, professore della Cambridge University.

Grazie all’accordo tecnici e ricercatori di Eni e Cnr saranno coinvolti in una vasta serie di ambiti di ricerca: la sperimentazione di nuove tecniche per la caratterizzazione di giacimenti di idrocarburi, il monitoraggio ambientale finalizzato alla sostenibilità della produzione di petrolio e gas, lo sviluppo di soluzioni eco sostenibili per la mobilità e la salvaguardia ambientale, la sperimentazione di celle solari avanzate. L’accordo garantisce alle attività in corso una cornice di regole sulle relazioni reciproche e sulla gestione della proprietà intellettuale e semplifica gli aspetti procedurali. L’obiettivo è creare un portafoglio di soluzioni innovative sui temi dell’energia e dell’ambiente, di importanza strategica per il sistema italiano ed europeo.

Attiva dal 2009, la collaborazione scientifica tra Eni e Cnr ha già dato importanti risultati. Per Eni l’innovazione tecnologica, sia nelle aree core business, sia per quanto riguarda le fonti di energia non convenzionali, è una leva imprescindibile per lo sviluppo energetico e per la strategia di medio-lungo termine della società. Nei prossimi quattro anni Eni ha in programma di spendere circa 1,1 miliardi per le attività’ R&D.

Eni ha inoltre sviluppato un sistema di alleanze strategiche e di collaborazioni scientifiche con università e centri di ricerca internazionali, come il Mit (Massachussetts Institute of Technology) e la Stanford University. In Italia, oltre che con il Cnr, Eni ha sottoscritto accordi quadro per attività di ricerca e sviluppo con i Politecnici di Milano e Torino

Copyright © - Riproduzione riservata
Eni e Cnr rinnovano l’accordo di collaborazione sulla ricerca Chimici.info