Elemento 114: ottenuto uno dei nuclei più pesanti | Chimici.info

Elemento 114: ottenuto uno dei nuclei più pesanti

wpid-4955_.jpg
image_pdf

Un gruppo internazionale di scienziati al GSI Helmholtzzentrum für Schwerionenforschung, in Germania, è riuscito ad ottenere l’elemento chimico 114, uno dei più pesanti creati fino ad ora. Ottenerlo è stata un’impresa dove finora erano riusciti solo altri due altri centri di ricerca, negli Stati Uniti e in Russia.

Nell’esperimento al GSI, gli scienziati hanno utilizzato uno strumento innovativo chiamato Tasca (TransActinide Separator e Chimica Apparatus) sviluppato negli ultimi anni capace di fornire delle rilevazioni attendibili. “TASCA è attualmente sistema più efficiente al mondo per l’individuazione di elementi ultrapesanti prodotti con acceleratori di particelle. Questa efficienza è la chiave per futuri esperimenti, dove si potranno eseguire anche le analisi chimiche degli elementi ultrapesante nelle vicinanze dell’elemento 114, per determinare la loro posizione corretta nella tavola periodica” riferisce Christopi Düllmann capo del team di ricerca.

L’obiettivo è quello di ottenere elementi ancora più pesanti magari di là dell’elemento 118. Mediante questa sofisticata strumentazione, il gruppo di ricerca guidato da Christoph Düllman ha ottenuto 13 atomi dell’elemento 114. Pur essendo un piccolo numero di atomi, corrisponde alla più alta quantità mai ottenuta per questo elemento. Sulla base della radiazione emessa durante il decadimento dell’elemento, gli scienziati sono stati in grado di identificare due differenti isotopi dell’elemento 114, il 288 e il 289. L’emivita misurata è dell’ordine di un secondo.

Gli studiosi hanno sparato nell’acceleratore lineare GSI, lungo 120 metri, ioni calcio  su una lamina di rivestiti a di plutonio. Nel corso degli esperimenti, calcio e  plutonio hanno subito la fusione dei nuclei per formare il nuovo elemento.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Elemento 114: ottenuto uno dei nuclei più pesanti Chimici.info