Chip fotonici al silicio: la scommessa di Ibm | Chimici.info

Chip fotonici al silicio: la scommessa di Ibm

I ricercatori Ibm hanno sviluppato un prototipo di chip che combina la ricerca sul silicio alla fotonica

wpid-330_chipsilicio.jpg
image_pdf

Un nuovo chip fotonico presto consentirà la produzione di ricetrasmettitori ottici da 100 Gb/s, permettendo così ai data center potranno di utilizzare velocità di trasmissione dei dati e larghezza di banda superiori per le applicazioni di cloud computing e Big data. Ad annunciarlo sono i ricercatori dei centri Ibm di New York e Zurigo. 

La fotonica del silicio utilizza minuscoli componenti ottici per inviare impulsi luminosi per il trasferimento di grandi volumi di dati, a velocità molto elevate, tra i chip, server, grandi data center e supercomputer, superando i limiti posti delle interconnessioni tradizionali, congestionate e dai costi elevati. Questo importante passo avanti consentirà l’integrazione di diversi componenti ottici a fianco dei circuiti elettrici su di un unico chip di silicio, utilizzando una tecnologia dei semiconduttori minore di 100 nm.

CONTINUA A LEGGERE SU INGEGNERI.INFO

Copyright © - Riproduzione riservata
Chip fotonici al silicio: la scommessa di Ibm Chimici.info