Agli europei piacciono le biotecnologie | Chimici.info

Agli europei piacciono le biotecnologie

wpid-6025_biotechnology.jpg
image_pdf

La biotecnologia non spaventa più gli europei. Secondo un’indagine della Commissione Europea, sulla percezione pubblica delle scienze della vita e delle biotecnologie, ben l’80% degli europei è favorevole. “Questo dato ci rincuora e ci spinge a fare sempre di più per diffondere la conoscenza dei benefici delle moderne biotecnologie in tutti i settori di applicazione” riferisce Alessandro Sidoli, Presidente di Assobiotec.

“Siamo certi che questo lavoro può fare molto contro i pregiudizi che purtroppo hanno contrastato, per esempio in Italia, le applicazioni in ambito agroalimentare di queste tecnologie” continua il presidente dell’Associazione per lo Sviluppo delle Biotecnologie (oltre 120 associati tra aziende e parchi scientifici e tecnologici), commentando la pubblicazione del sondaggio da parte della Commissione Europea.

“Il nostro obiettivo, per il prossimo futuro, è di avvicinarci ai paesi come la Svezia e la Finlandia, dove i cittadini risultano particolarmente sensibili alla tecnologia e ai benefici che ne derivano” prosegue Sidoli. “Ciò vuol dire lavorare perché si acquisti sempre di più la consapevolezza che il benessere delle generazioni future è strettamente legato ai risultati e progressi delle biotecnologie.

Grazie alla ricerca in quest’ambito, infatti, più di 300 milioni di pazienti hanno già potuto beneficiare di farmaci e terapie innovative per trattare o prevenire attacchi di cuore, infarto, sclerosi multipla, tumore al seno, fibrosi cistica, leucemia, malattie genetiche rare, epatiti, diabete e altre patologie, ed oggi circa il 50% di tutti i nuovi farmaci e terapie in sviluppo origina dalle biotecnologie. L’impatto delle biotecnologie, non solo nella cura della salute, ma anche in altri settori quali l’agroalimentare ed i processi industriali porterà a straordinari risultati nella sostenibilità economica e qualità della vita del nostro pianeta”.

di G.G.

Copyright © - Riproduzione riservata
Agli europei piacciono le biotecnologie Chimici.info